Saggi e articoli critici di Mario Buonofiglio pubblicati sulla rivista letteraria "Il Segnale"




La distanza tra la «casa» e il «bosco» in Cesare Viviani
in Il Segnale, anno XXXV, nr. 105 (ott. 2016).
[Saggio critico su C. Viviani, Osare dire, Einaudi, Torino, 2016.]

Rivista Il Segnale, n. 105
Acquista una copia
o abbonati a

Il Segnale »


C. Viviani, Osare dire

virgolette aperte In Osare dire (2016) di Cesare Viviani i versi tracciano una mappa nella quale è descritta , da una parte, la «casa» e, dall’altra, a una certa distanza (a una distanza n che il poeta cerca di determinare), il «bosco». C’è quindi la «casa» e, più in là, il «bosco»; e, tra la «casa» e il «bosco», è possibile seguire alcuni sentieri, più o meno marcati...

virgolette chiuse




L'inquietudine ritmica dell'In(de)finito (rileggere ritmicamente l'Infinito di G. Leopardi), in Il Segnale, anno XXXV, nr. 104 (giu. 2016).
[Saggio critico]
Scarica l'allegato »

Rivista Il Segnale, n. 104

G. Leopardi, L'infinito

virgolette aperte Nella presente rilettura ritmica dell’ Infinito si cercheràdi misurare il sottile equilibrio tra lo schema metrico (che è sempre astratto) degli endecasillabi e il significato delle parole, perché in questa allucinazione linguistica leopardiana il senso e il ritmo dei versi non sono sincronizzati quasi mai, ma continuano ad oscillare creando nel lettore un effetto di straneamento linguistico, che diventa anche inquietudine esistenziale...

virgolette chiuse




«Risonanze» del Cantico di Francesco D'Assisi nel «Mondo» di Franco Marcoaldi, in Il Segnale, anno XXXIV, nr. 103 (feb. 2016).
[Saggio critico su F. Marcoaldi, Il mondo sia lodato, Einaudi, Torino, 2015.]
Scarica l'allegato »

Rivista Il Segnale, n. 103

Franco Marcoaldi, Il mondo sia lodato (copertina)

virgolette aperte L'unione di tucte le creature è definitivamente frantumata ne Il mondo sia lodato: la visione religiosa di Francesco è confinata in uno spazio siderale lontanissimo...

virgolette chiuse




Neolingua e «seconda poesia» in Giancarlo Majorino, in Il Segnale, anno XXXIV, n. 102, ott. 2015.
[Saggio critico su G. Majorino, Torme di tutto, Mondadori, Milano, 2015.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Giancarlo Majorino, Torme di Tutto (copertina)

virgolette aperte Il verso lungo di Majorino è generalmente costruito su delle unità ritmiche di base che coincidono perlopiù con dei versi canonici. All'interno di questo le parole si respingono e si attraggono, mutano spesso forma come dei virus attaccando il sistema linguistico a tutti i livelli. Si creano così anche dei neologismi, delle “repliche” «similidissimili» di parole che tendono a prendere le distanze (anche tipografiche) dalle altre collocandosi, in maniera naturale, all'interno di unità ritmiche distinte o, al contrario, nella stessa unità...

virgolette chiuse




Le istituzioni metriche, i versi "black bloc" e le "sinapsi" degli oggetti nella poesia di Valerio Magrelli, in Il Segnale, anno XXXIV, n. 101, giu. 2015. [Saggio critico su V. Magrelli, Sangue amaro, Einaudi, Torino, 2014.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Valerio Magrelli, Sangue amaro (copertina)

virgolette aperte Magrelli inserisce, in alcuni casi, un verso “zeppa” fuori ritmo (un verso “Black Bloc” all'interno delle istituzioni metriche).
Nel testo Sangue Amaro il “refrain” «Io faccio Sangue Amaro» è, per es., un settenario; ma l'aggiunta, nel penultimo verso, della forma riflessiva apparente (il «mi» che sottolinea la presenza dell'io) introduce un ictus “estraneo” trasformando il settenario «Io faccio Sangue Amaro» in un ottonario: «Io mi faccio il Sangue Amaro»...


virgolette chiuse




Le passeggiate Jucci–buffoni e il rinvenimento della poesia–mammut in Il Segnale, anno XXXIV, n. 100, feb. 2015. [Saggio critico su F. Buffoni, Jucci, Mondadori, Milano, 2014.]
Scarica l'allegato »


Rivista letteraria Il Segnale

Franco Buffoni, Jucci (copertina)

virgolette aperte In Jucci si ritrovano alcuni gruppi di suoni, che generano i ritmi portanti all'interno dei testi e tendono a diventare anche dei raggruppamenti di “significato”. Le figure di suono, fondamentali in Jucci, non hanno mai una semplice funzione allitterativa o imitativa, ma tendono a organizzarsi anche secondo un “senso”. Da qui l'importanza, all'interno dei versi, della funzione fono–ritmica delle sillabe contro gli aspetti più propriamente “ritmici” legati agli ictus sillabici, tipici della versificazione tradizionale...

Il saggio è anche sul sito ufficiale di Franco Buffoni, tra le recensioni di Jucci www.francobuffoni.it »

virgolette chiuse




Lampi e cortocircuiti (Il linguaggio binario ne Il lampo di giovanni Pascoli), in Il Segnale, anno XXXIII, n. 99, ott. 2014.
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

virgolette aperte Il lampo è costruito con un meccanismo simile a quello dei componenti elettronici, che funzionano in on/off, cioè con le condizioni di acceso spento oppure di suono/pausa...

virgolette chiuse




Su un apparente movimento ritmico nel frammento Barche amorrate di Dino Campana (Nel centenario della pubblicazione dei Canti orfici), in Il Segnale, anno XXXIII, n. 98, giu. 2014.
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

virgolette aperte All'interno dei versi, la vocale «e» rappresenta le vele delle barche, ossia il veleggiare, la libertà; e ciò è suggerito anche visivamente (la consonante elle suggerisce all'occhio l'alberatura delle barche, tutte in fila):
le vele le vele le vele
La vocale «o» rappresenta invece l'elemento opposto...

virgolette chiuse




Il senso del suono di Fabio Scotto, in Il Segnale, anno XXXIII, n. 98, giu. 2014. [Recensione.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Fabio Scotto, Il senso del suono




L'obliqua scacchiera di Adelio Fusé, in Il Segnale, anno XXXIII, n. 98, giu. 2014. [Recensione.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Afelio Fuse', L'obliqua scacchiera




Per i 50 anni del Gruppo 63, in Il Segnale, anno XXXIII, n. 97, feb. 2014. [Testo della conferenza tenuta, su invito della redazione de Il Segnale , presso la Biblioteca Comunale Venezia, Milano, 19 dic. 2013.]

virgolette aperte C'era già quindi una musica d'avanguardia; e i letterati (interessati a seguire un analogo itinerario di rinnovamento) erano stati invitati a partecipare. La ricerca musicale di quegli anni contiene già “tutti” gli elementi che poi saranno caratteristi dell'avanguardia letteraria...

virgolette chiuse

Mario Buonofiglio, Gruppo 63
Logo di Poesia 2.0
Leggi la trascrizione dell'intervento su Poesia 2.0 »




Sull'«endecasillabare» di Patrizia Cavalli o il fiore di datura, , in Il Segnale, anno XXXII, nr. 96, ott. 2013. [Articolo critico su P. Cavalli, Datura, Einaudi, Torino, 2013.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Patrizia Cavalli, Datura (copertina)

virgolette aperte E la poesia è, per Patrizia Cavalli, un'espressione della libertà della parola e del libero pensiero rispetto al modello biologico–meccanico rappresentato dal corpo e dagli organi preposti al linguaggio, anche se è ingabbiata in schemi e ritmi tradizionali non superabili a livello conscio. In L'angelo labiale, per esempio, subito dopo l'apparizione dell'angelo i versi si stabilizzano prendendo la forma dell'endecasillabo canonico di 6ª...

virgolette chiuse




Linguaggio “ancestrale” e sperimentazione linguistica nell'opera di Patrizia Vicinelli, in Il Segnale, anno XXXII, nr. 95, giu. 2013. [Saggio critico su P. Vicinelli, Non sempre ricordano, Editrice Le Lettere, Firenze, 2009.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Patrizia Vicinelli, Non sempre ricordano (copertina)

virgolette aperte I due testi della Vicinelli analizzati nel presente saggio, I fondamenti dell'Essere e Non sempre ricordano (poema epico), rappresentano due mondi conflittuali che si riflettono l'uno nell'altro intersecandosi e respingendosi (come Terra onirica e City caotica). La lingua di Non sempre ricordano è “sperimentale”; ma è anche, allo stesso tempo, “arcaica” (si notino alcuni aspetti prelogici del linguaggio: la scomposizione del testo in fonemi, il ricorso a unità sonore prodotte dalla frantumazione sillabica, le frequentissime interiezioni, le onomatopee in perfetto stile futurista ecc.). In Non sempre ricordano, dunque, acquista grande importanza la parola deformata, spezzata e ridotta a puro suono istintivo e ancestrale (con valenze espressionistiche)...

virgolette chiuse




Nessuno sa quando il lupo sbrana di Maddalena Capalbi , in Il Segnale, anno XXXII, n. 94, feb. 2013. [Recensione.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Maddalena Capalbi, Nessuna sa quando il lupo sbrana




Ucronie letterarie e lato oscuro dell'Ermetismo di Veronica Fallini , in Il Segnale, anno XXXII, n. 94, feb. 2013. [Recensione.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

Veronica Fallini, Oroscopi




Il suono di sottofondo della città e i turbamenti ritmici della Carla del Pagliarani, in Il Segnale, anno XXXI, nr. 93, ott. 2012. [Saggio critico su E. Pagliarani, La ragazza Carla.]
Scarica l'allegato »

Rivista letteraria Il Segnale

virgolette aperte Elio Pagliarani, ne La ragazza Carla, trasforma il verso in serialità ritmica —ch'è uno dei tratti distintivi dell'epoca industriale—, assemblando materiali letterari di tutti i tipi, vecchi e nuovi. Pagliarani fa la raccolta poetica differenziata: recupera “spazzatura” lirica, materiali di scarto della tradizione, e li riutilizza creando una n(u)ovissima forma espressiva. La fusione di scorie ritmiche e nuovi sound, portata a termine in un'Officina Poetica d'avanguardia, è perfetta perché, come vedremo, dietro la struttura irregolare del poemetto polimetro, composto prevalentemente di versi lunghi, c'è un preciso modello astratto di riferimento, ben oliato dalla tradizione...

virgolette chiuse

[UP ↑]


Il Segnale. Percorsi di ricerca letteraria è una rivista letteraria storica, fondata nel 1981 dal poeta e saggista Lelio Scanavini insieme a un gruppo di scrittori, edita dall'Editrice I Dispari, Milano.
ISSN: 0393-9464

DIREZIONE: Gianluca Bocchinfuso, Mario Buonofiglio, Giulio Campiglio, Antonella Doria, Simonetta Longo, Pancrazio Luisi, Massimo Rizza, Adriano Rizzo, Lelio Scanavini.

REDAZIONE: Felice Accame, Sebastiano Aglieco, Marco Furia, Paolo Lezziero, Sandro Montalto, Meeten Nasr, Fabio Scotto, Pasko Simone, Marco Tabellione.

ABBONAMENTO
A TRE NUMERI (ANNUALE) € 20 (Un numero € 7)

VERSAMENTI: C/CP N. 52131208
intestato a I DISPARI, v. F.lli Bronzetti 17 - 20129 Milano

BONIFICO a Lelio Scanavini,
IBAN: IT 21 K 03069 01604 100000016566

È anche possibile acquistare la rivista presso alcune librerie italiane:

Per informazioni:

Il Segnale
via F.lli Bronzetti 17, 20129 Milano
tel 02 45480235
email: segnale@fastwebnet.it

Saggi e articoli critici pubblicati su varie riviste, altri interventi e note



Tomaso Kemeny, Una scintilla d'oro a Castiglione Olona e altre poesie La timeline bidirezionale nella poesia di Kemeny con alcuni appunti sulla versificazione
in "Capoverso", n. 30, lug.-dic. 2015. Saggio critico, pagg.56-60.
ISBN: 978-88-97687-56-6
Scarica l'allegato »

Rivista Capoverso n. 30

virgolette aperte L'intera silloge, che assorbe il titolo della ballata [Una scintilla d'oro a Castiglione Olona], è costruita su un continuum temporale bidirezionale, su una timeline (linea del tempo) lungo la quale viene disatteso, più volte, il principio di causalità. Perché non è assolutamente certo ciò che accade prima e ciò che, invece, accade dopo...
virgolette chiuse

Giuseppe Pettinato, Come una conchiglia Il linguaggio-filastrocca e alcuni aspetti fono-ritmici nella silloge Come una conchiglia di Giuseppe Pettinato, Morrone Editore, Siracusa, 2015. Nota critica nella silloge, pagg. 45-49.
ISBN: 978-88-97672-78-4
Scarica l'allegato »
Luigi Cannillo, Galleria del vento Un efficace crash test(o) esistenziale nella Galleria del vento di Luigi Cannillo, La Vita Felice, Milano, 2014, in Capoverso, n. 28, giu.-dic. 2014,
ISBN: 978-88-97687-48-1
Scarica l'allegato »

Amos Mattio, Il vizio di sistema Recensione della silloge: Amos Mattio, Il vizio di sistema, Ancona, Italic Pequod, 2013. Mario Buonofiglio, in L'immaginazione, anno trentesimo, n. 279 gen.–feb. 2014, Manni Editori.
ISBN: 978-88-6266-552-0
Scarica l'allegato »

Massimiliano Magnano, Croste di pane e altro Croste di endecasillabi e nuovi nutrimenti ritmici, appunti di metrica e stilistica, in Massimiliano Magnano, Croste di pane e altro, Prova d'Autore, Catania, 2012. Nota critica nella silloge, pagg. 71-75.
ISBN: 978-88-6282-027-1
Scarica l'allegato »




PUBBLICAZIONI DIGITALI



Mario Buonofiglio, recensione della Galleria del vento di L. Cannillo Recensione della Galleria del vento di Luigi Cannillo, in Almanacco Punto della poesia italiana 2015, n. 5, Le recensioni, pagg. 4-5, Puntoacapo
Leggi l'allegato (issuu) »


Mario Buonofiglio, La citta distorta in Litosfera di Lelio Scanavini, IRLP, n. 21 La città distorta in Litosfera di Lelio Scanavini, In realtà, la poesia (IRLP), Quaderno di critica letteraria, vol. 21, 2014
Scarica l'allegato »

IRLP, acronimo di In Raltà La Poesia, è un portale letterario che si occupa di critica testuale e contestuale. Le pubblicazioni digitali e la rivista IRLP sono curate da Luigi Bosco, Davide Castiglione, Lorenzo Mari e Michele Ortore.

Sito dal quale è possibile scaricare gratuitamente la rivista e i quaderni critici in vari formati digitali (pdf, epub, mobi): www.inrealtalapoesia.com Sul portale internet Poesia 2.0 sono presenti vari interventi di Mario Buonofiglio.

Su Poesia 2.0, fondata e diretta da Luigi Bosco, si può trovare «tutto (o quasi) sulla poesia italiana contemporanea: recensioni, interventi critici e saggi; monografie sui principali poeti italiani; interviste; ebook, antologie...».
Link: www.poesia2punto0.com



Saggi e articoli critici di Mario Buonofiglio pubblicati sulla rivista letteraria "Pentèlite"



Il poeta Lelio Scanavini La poesia “a cura di”: l'annullamento della figura del poeta in Lelio Scanavini. Dalla lirica tradizionale alla poesia concettuale (1965-2000), in Pentèlite. Scritture letterarie e divagazioni artistiche, nuova serie, anno 2, n.1, Siracusa, Morrone Editore, 2015.
ISBN: 978-88-97672-35-7
Scarica l'allegato »

virgolette aperte

Scanavini dichiara la convinzione che ormai bisogna rassegnarsi all'assenza dell'io poetante. Questi sembra non avere scampo, dato che l'io, non più “soggetto”, è ridotto alla terziarietà, alienato in funzioni di servizio.
(Alfredo Giuliani, La Repubblica, 17 marzo 2001)

virgolette chiuse

virgolette aperte Trascorso un decennio dalla pubblicazione di Litosfera, attraverso un'operazione d'arte concettuale, Lelio Scanavini giunge all'annullamento della figura del poeta: nei quattro volumi editi nella collana “Hacker” il poeta si declassa a semplice curatore e, utilizzando pezzi di discorsi e interviste di personaggi pubblici, continua comunque a produrre poesia. La poesia è oggi possibile, sembra dire Lelio Scanavini, solo in quanto “a cura di”.
(Mario Buonofiglio, La poesia “a cura di”, in Pentelite, 2015)

virgolette chiuse




L'analisi della poesia contemporanea: istituzioni metriche e verso libero, in Pentèlite. Scritture letterarie di Sicilia [nuova serie], anno 1, n. 0, Siracusa, Morrone Editore, 2014. ISBN:978-88-97672-86-9

Logo Poesia 2.0
Leggi il saggio su Poesia 2.0 »




Eugenio Montale e l'inquilino scomodo , in Pentèlite. Scritture letterarie di Sicilia, [nuova serie], anno 1, n. 0, Siracusa, Morrone Editore, 2014. ISBN:978-88-97672-86-9




Il poeta dei suoni e la ritmicità dei ricordi , in Pentèlite. Scritture letterarie di Sicilia, 2013, Kerayles Melino Nerella Editore, Solarino (Siracusa), 2013.
ISBN: 978-88-96311-34-9.
Seconda ristampa a cura dell'Associazione culturale Pentèlite, Sortino (Siracusa). [Saggio su M. Magnano, Croste di pane e altro, Prova d'autore, Catania, 2012.]





La memoria del profumo , in Pentèlite. Scritture letterarie di Sicilia, Siracusa, Morrone Editore, 2012.
ISBN: 978-88-97672-11-1.
[Saggio su S. Longo, Chanel N. 5, in Notturlabio. Previsioni dall'ombra, Puntoacapo, Pasturana (Al), 2014.]


Logo Poesia 2.0
Leggi il saggio su Poesia 2.0 »

Scritture letterarie e divagazioni artistiche

Direzione editoriale: Giuseppe Pettinato, Massimiliano Magnano
Redazione di Milano: Mario Buonofiglio, Simonetta Longo
Redazione di Sortino: Giuseppe Pettinato, Massimiliano Magnano, Salvo Zappulla, Simone Parrottino
Redazione Pentèlit'Arte: Luca Violo, Serena Guardabassi

Indirizzo: Via Carlentini, 3a - C/o tipografia F.lli Tumino, 96010 Sortino (Siracusa)

Per contatti e spedizioni: info@pentelite.it






Premio Opera Prima

EDIZIONE 2015-2016

GIURIA DI POESIA 2.0:
Gualberto Alvino
Angelo Andreotti
Giorgio Bonacini
Mario Buonofiglio
Enzo Campi
Lorenzo Carlucci
Giacomo Cerrai
Francesco Dalessandro
Caterina Davinio
Aurelia Delfino
Flavio Ermini
Mauro Ferrari
Rosa Pierno
Daniele Poletti
Christian Sinicco


FINALISTI:

Pasquale Del Giudice, Difetto di Coincidenza

Massimo Rizza, Il veliero capovolto

Andrea Piccinelli, Autoptica degenza

Francesco Vasarri, Don Giovanni all'ossario

Lorenzo Vercesi, È pioggia nel sottopasso


VINCITORI:

Massimo Rizza, Il veliero capovolto

Francesco Vasarri, Don Giovanni all'ossario

Premio Opera Prima

EDIZIONE 2014-2015

GIURIA DI POESIA 2.0:
Gualberto Alvino
Giorgio Bonacini
Mario Buonofiglio
Davide Castiglione
Giacomo Cerrai
Francesco Dalessando
Flavio Ermini
Gio Ferri
Giorgio Linguaglossa
Rosa Pierno
Italo testa

FINALISTI:
Stefano Della Tommasina
Maria Grazia Insigna
Andrea Leonessa
Luciano Mayoor Tosi
Andrea Piccinelli
Giorgia Romagnoli
Gregorio Tenti

VINCITORI:
S. Della Tommasina, Museo bianco
M. G. Insigna, Persica

Il volume inedito L'inquietudine ritmica dell'infinito

è stato finalista secondo classificato nella sezione saggistica al Premio letterario Città Castello 2012 (giuria: Alessandro Quasimodo, Valerio Massimo Manfredi, Barbara Palombelli, Alessandro Masi, Alessandro Stramaccioni, Giovanni Bogani). Motivazione del premio: «Un saggio letterario che spazia tra numerosi poeti italiani. L'autore analizza il passaggio dalla poesia "classica" costituita da endecasillabi, settenari, ecc. al verso libero, eleggendo a spartiacque tra poesia antica e poesia moderna l'Infinito di Giacomo Leopardi. Vengono prese in considerazione poesie di Montale, Campana, Ungaretti e altre di autori contemporanei come Francesco Fusca e Maria Miglietta. Nonostante l'argomento sia molto specifico, in quanto l'analisi stilistica e tecnica è molto puntuale, i brevi saggi dedicati alle varie poesie hanno un tocco leggero che li rende piacevoli anche per un lettore poco esperto ma che ama la poesia e la lingua italiana.»
(www.premioletterariocdc.it)


  • EVENTI, INCONTRI & ALTRO


  • Non aggiornato

Mario Buonofiglio

BIOBIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

Mario Buonofiglio: critico letterario, si occupa prevalentemente di poesia contemporanea. Principale ambito di interesse scientifico: ritmi e metri.

È co-direttore della storica rivista Il Segnale. Percorsi di ricerca letteraria (fondata nel 1981) e redattore della rivista Pentèlite. Scritture letterarie e divagazioni artistiche.

Dal 2014 è membro della giuria, a cura di Poesia 2.0, del premio Opera prima, opere vincitrici pubblicate da Cierre Grafica in coedizione con Anterem Edizioni.

Dal 2013 è membro della giuria del Concorso Letterario Nazionale Pentèlite, organizzato in occasione dell'annuale Mostra-Mercato dell'editoria siciliana che si svolge a Sortino (Sr).

Sui interventi critici sono presenti sulle riviste cartacee:
Il Segnale (2012–)
Pentèlite (2012–)
L'immaginazione
Capoverso

Suoi interventi, editi e/o inediti, sono inoltre presenti su Poesia 2.0 e altri portali letterari online.




Corriere della sera, 20 mar. 2014: Presentazione della rivista Il Segnale alla Libreria Popolare di via Tadino, 18 Milano. Con Gigi Gherzi, Mario Buonofiglio. Letture di Cristiano Mattia Ricci e Adriano Rizzo




Notiziario CDP. Notiziario del Centro di Documentazione, n. 240, lug.-ago. 2014, anno XLV. Contiene la segnalazione dell'articolo Per il 50 anni del Gruppo 63 di M. Buonofiglio pubblicata su Il Segnale, n.97 (feb. 2014)


This template downloaded from free website templates